venerdì 21 ottobre 2016

Memorie di una Geisha

 




RECENSIONE 5#



Titolo: Memorie di una Geisha;

Autore: Arthur Golden;

Data di Stampa:                                  

        
27/09/1997

Editore: TEA;


Prezzo: 8,50 € ;

Pagine: 571 pp;

Trama:
Circondate da un'aura di mistero, le geishe hanno sempre esercitato sugli occidentali un'attrazione quasi irresistibile.
Ma chi sono in realtà queste donne? A tutte le domande che queste figure leggendarie suscitano, Arthur Golden ha risposto con un romanzo, profondamente documentato, che conserva tutta l'immediatezza e l'emozione di una storia vera. Che cosa significa essere una geisha lo apprendiamo così dalla voce di Sayuri che ci racconta la sua storia: l'infanzia, il rapimento, l'addestramento, la disciplina - tutte le vicende che, sullo sfondo del Giappone del '900, l'hanno condotta a diventare la geisha più famosa e ricercata. Un romanzo avvincente e toccante, coronato da uno straordinario ritratto femminile e dalla sua voce indimenticabile.














“Conduciamo la nostra esistenza come acqua che scende lungo una collina, andando più o meno in un'unica direzione finché non urtiamo contro qualcosa che ci costringe a trovare un nuovo corso”.


La mia Recensione:
Sono sempre stata dell'idea che da ogni libro di qualsiasi genere, si possano estrapolare tante conoscenze, informazioni .. perfino da un fumetto.
Leggere questo libro per me è stata una vera e propria esperienza; non solo perché mi ha permesso di venire a contatto con una Storia ricca di mistero e bellezza, ma anche di conoscere una realtà a me del tutto sconosciuta.
In quanto donna mi sono sentita in dovere di approfondire questa realtà straordinaria da molti snobbata e concepita in modo superficiale; il mondo delle Geishe è complicato, talmente intrigato che un esame di coscienza è inevitabile.
Devo essere sincera, ho impiegato molto tempo a leggere questo libro, non perché non mi piacesse o fosse noioso, ma perché rimanere indifferenti difronte al coraggio e alla bellezza di queste donne è impossibile. Sono dell'idea che in ogni donna sia nascosto talmente tanto coraggio e perseveranza che nessun altro può avere .. questo è proprio il caso della nostra protagonista Sayuri .
In lei troverete l'elemento dell'acqua, la tenerezza, occhi di ghiaccio, un animo forte e sincero .. troverete la voglia di mettersi in gioco e la incondizionata forza di non rinunciare mai alla sua persona.  
Da una innocente bambina rapita e allontana dalla famiglia e da sua sorella, Chiyo, dopo tanto lavoro, forza di volontà e soprattutto grazie agli insegnamenti della grande Mameha, riuscirà ad riscattarsi trasformandosi  nella Geisha più famosa di tutti i tempi .. Sayuri o forse vorrei dire Mineko Iwasaki.
Ebbene si la storia di cui l'autore A. Golden racconta, è proprio la storia vera di Mineko, forse la più famosa e desiderata Geisha di tutto il Giappone. Nonostante le diverse controversie createsi, Golden è riuscito a riportare a galla la storia di una donna combattente ..

Non diventiamo geishe perché la nostra vita sia felice, ma perché non abbiamo altra scelta”



La seta e i colori armonizzano questa storia, celando però alcuni aspetti che solo la nostra Mineko mostrerà con la sua testimonianza nel testo "La Storia Proibita di una Geisha".. Sicuramente troverete presto o tardi la recensione anche di questo interessantissimo testo, ma per ora spero vi lascerete incantare da questa incredibile realtà.
Vorrei spendere solo due parole su uno dei personaggi più significativi di questa storia: il suo nome è Hatsunomo. Sia nel romanzo che nel film ( interpretata dall'incredibile Gong LI), si mostrerà come la rivale della nostra protagonista, forse in certe parti proverete odio per lei, ma vi assicuro che ne rimarrete allo stesso tempo incantati.
Bella e seducente come una perla, Hatsumomo colpirà il vostro cuore come ha fatto con me e se siete dei buoni lettori, riuscirete a percepire ciò che è veramente questo personaggio:  ovvero una delle tante vittime che purtroppo, questo mondo di danze e seduzione crea.
In lei percepirete la sofferenza di non poter amare, la tristezza di una bambina venduta e l'immenso bisogno di affetto negato; in un certo senso sarà anche a grazie Hatsumomo se la nostra Sayuri riuscirà ad riscattarsi.
In conclusione, dal profondo del mio cuore mi sento di consigliare questa storia a chiunque, di assaporarla e amarla come ho fatto io, in modo non solo da ritrovarsi tra le mani una buona lettura, ma anche di essere portatori di una realtà che piano piano sta scomparendo.


Marti

Una Geisha spesso cresce nella violenza per apprendere la raffinatezza, è costretta a ogni genere di sacrificio per apparire perfetta,… tutto per poter vendere al miglior offerente la propria verginità. Una geisha non può amare nessuno. E' la donna della notte che ammalia e intrattiene con l'arte del cha-no-yu (cerimonia da tè), del canto, della musica, della danza, del piacere.”  

















Voto: 9 stelline











  

4 commenti:

  1. Ciao, complimenti per la recensione. Questo libro è il mio preferito, ci sono particolarmente affezionata, stupendo... Ho letto anche Storia proibita di una geisha ma che ho trovato più lento e meno intenso rispetto a questo

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Silvia! Anche io mi sono innamorata di questo libro ;) ahah pensa che ieri su Amazon ho comprato proprio "Storia proibita.." va beh vedrò anche io quale dei due merita di più ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao, bellissima recensione. Ho sempre voluto leggere questo libro, fin da quando l'ho visto leggere sotto il banco ad un mio compagno di classe del Liceo. E' in wishlist insieme ad un altro centinaio di titoli... Grazie ancora per la recensione che mi ha fatto venire ancora più voglia di leggerlo! Ciao e a presto, Mela.

    RispondiElimina
  4. Sei molto gentile! Spero proprio che tu legga questo libro, davvero è stato molto bello leggerlo! Fammi sapere poi cosa ne pensi :4

    RispondiElimina